La Valle di Fiemme è una delle principali valli dolomitiche e si estende lungo il torrente Avisio, tra i monti del Lagorai e del Latemar.

Il legame della popolazione al proprio territorio ha dato vita, nel XII secolo, ad una particolare forma di autogoverno, la “Magnifica Comunità della Val di Fiemme“, che ancora oggi amministra il patrimonio boschivo della valle, tra cui la foresta di Paneveggio, un vero monumento naturale boschivo, data la sua dimensione e ricchezza faunistica. Un prodotto tipico dell’economia locale è proprio il legno della foresta di Paneveggio, dalle eccezionali caratteristiche acustiche, utilizzato negli strumenti ad arco e a pizzico più pregiati.

Cinque aree sciistiche e due centri di sci di fondo sono a disposizione degli ospiti invernali. Sull’Alpe di Cermis si trova la pista nera “Olimpia”, lunga oltre 7.500 m con un dislivello di 1.400 m. Lo “Skicenter Latemar” con Pampeago, Predazzo e Obereggen dispone di 18 impianti di risalita e 49 km di piste. Bellamonte – Alpe Lusia, Passo Lavazè, Passo Oclini, Passo Rolle e il centro sci da fondo a Tesero completano l’offerta degli sport invernali.

Foto archivio APT Val di Fiemme: